Articolazione degli uffici

Articolazione degli uffici

Riferimento normativo Art. 13, c.1, lett. b), d.lgs. n. 33/2013

torna su
  •    sommario   

SERVIZI DI STAFF

torna su

SOS PREVENZIONE, SICUREZZA E SORVEGLIANZA SANITARIA

Responsabile: dott. Maurizio Treleani


La SOS Prevenzione, Sicurezza e Sorveglianza Sanitaria è struttura sanitaria e tecnica del Direttore Generale quale datore di lavoro, di supporto per la gestione della salute e sicurezza sul lavoro dei dipendenti o assimilati. Comprende le funzioni attribuite dal D.lgs. 81/2008 al Medico Competente e al Servizio di Prevenzione e Protezione quali in particolare la sorveglianza sanitaria, inclusa la radioprotezione medica e la prevenzione dei rischi professionali nonché la protezione dai medesimi.

Servizio Sorveglianza Sanitaria

Il Servizio assolve le seguenti funzioni:

  • attività di sorveglianza sanitaria per il personale per quanto previsto dalla normativa sopracitata;
  • controlli sanitari per il personale temporaneamente attivo nell'Azienda quali studenti, specializzandi, borsisti, assegnisti e dottorandi;
  • attività di radioprotezione medica.

Il Servizio, inoltre, collabora per le ulteriori attività (in particolare per la formazione ed informazione, la valutazione dei rischi) e compiti definiti dall'art.25 del D.lgs. 81/2008 con il datore di lavoro ed il Servizio di Prevenzione e Protezione.

Servizio Prevenzione e Protezione

Il Servizio, in staff al Direttore Generale, assolve i compiti previsti dal D.lgs. n. 81/2008 dei quali risponde al Direttore Sanitario, delegato alla sicurezza dal datore di lavoro, ferme restando le responsabilità del Direttore Generale, quale datore di lavoro.

I compiti del Servizio di Prevenzione e Protezione sono esplicitati dall'art. 33 del D.lgs. 81/2008 e sono:

  • individuare i fattori di rischio, valutare i rischi e individuare le misure per la sicurezza e la salubrità degli ambienti di lavoro, nel rispetto della normativa vigente sulla base della specifica conoscenza dell'organizzazione aziendale;
  • elaborare, per quanto di competenza, le misure preventive e protettive di cui all'articolo 28, comma 2, del D.lgs. 81/2008 (Documento di Valutazione dei Rischi) e i sistemi di controllo di tali misure;
  • elaborare le procedure di sicurezza per le varie attività aziendali;
  • proporre i programmi di informazione e formazione dei lavoratori;
  • partecipare alle consultazioni in materia di tutela della salute e sicurezza sul lavoro, nonché alla riunione periodica di cui all'articolo 35 del D.lgs. 81/2008;
  • fornire ai lavoratori le informazioni di cui all'articolo 36 del D.lgs. 81/2008.


Il Servizio inoltre collabora, relativamente alla salute ed alla sicurezza dei luoghi di lavoro, agli adempimenti previsti per contratti d'appalto o d'opera o di somministrazione.

Con specifico provvedimento, entro 3 mesi dall'adozione dell'Atto Aziendale, viene unificato ed aggiornato il Sistema di Gestione della Sicurezza di cui all'art.30 del D.lgs. 81/2008.

torna su

QUALITÀ, ACCREDITAMENTO E RISCHIO CLINICO

Referente: dott.ssa Paola Zuliani

La SOS Servizio Qualità, accreditamento e rischio clinico supporta la Direzione e le articolazioni organizzative aziendali nella diffusione e sviluppo di metodologie e strumenti atti a mantenere, sviluppare e innovare il Sistema di Gestione per la Qualità nel suo complesso e nelle sue singole articolazioni organizzative e il miglioramento continuo nell’Azienda. In articolare, persegue i seguenti obiettivi:

  • favorire e sostenere nei dipartimenti sanitari e tecnico-amministrativi e in tutte le altre strutture aziendali il perseguimento del Sistema di Gestione per la Qualità con l’utilizzo di strumenti e metodi uniformi e innovativi;
  • promuovere la cultura del miglioramento continuo e della valutazione, favorendo, facilitando e sostenendo:
  •   la realizzazione di audit di diverso tipo (interni ed esterni sul Sistema Gestione per la Qualità, clinici, sicurezza, etc.);
  •   la costituzione e il mantenimento di un sistema di indicatori per il monitoraggio e la valutazione della qualità dei servizi e delle prestazioni erogate, tenendo conto dei più significativi e aggiornati strumenti di misura e comparazione fra strutture, proposti da Agenzie nazionali e internazionali;
  • contribuire ad assicurare, in collaborazione con tutte le funzioni interessate, l’autorizzazione e l’accreditamento istituzionale, la certificazione e l’accreditamento professionale e di eccellenza delle diverse strutture, sia sanitarie che amministrative, secondo i modelli adottati dall’Azienda e riconosciuti a livello nazionale ed internazionale quali elementi di garanzia della qualità delle cure e delle prestazioni erogate;
  • concorrere, in collaborazione con le altre strutture aziendali, alla semplificazione dei processi e delle attività aziendali;
  • sostenere, con il supporto del Servizio Formazione e attraverso interventi formativi rivolti al personale, la ricerca e l’innovazione su argomenti e tematiche tipiche o di recente introduzione nei sistemi gestione qualità.


Per quanto riguarda la gestione del rischio clinico, il Servizio assicura il raccordo di tutte le articolazioni aziendali, compresa la Medicina Convenzionata, per l’implementazione ed il monitoraggio di quanto segue:

  •   programmi di prevenzione delle infezioni, delle lesioni da pressione e delle cadute;
  • prevenzione degli errori e analisi degli eventi avversi e dei near miss anche con audit clinici ad hoc, misurazione dell’aderenza alle linee guida, verifica della conoscenza e dell’applicazione dei protocolli e delle procedure da parte del personale, revisione della mortalità e della morbidità;
  • sicurezza nella gestione dei farmaci compresi programmi di riconciliazione farmaceutica;
  •   accreditamento istituzionale e volontario delle articolazioni aziendali;
  •   accreditamento dei professionisti con definizione degli standard di prodotto/percorso organizzativo e dei relativi indicatori di valutazione (per volumi, appropriatezza, esiti, ecc.).
torna su

COMITATO DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE

Per il governo delle politiche riguardanti le professioni sanitarie e la professione di assistente sociale, l’Azienda attua le disposizioni della L.R. 10/2007, anche in attuazione dei principi di cui alla L. 251/2000, promuovendo la valorizzazione e la responsabilizzazione delle professioni sanitarie. Ai sensi delle normative citate, sono istituiti i seguenti Servizi per le professioni sanitarie:

A ciascun servizio è preposto un responsabile professionale, il cui incarico viene graduato sulla base di criteri che tengano conto della numerosità dei professionisti afferenti al singolo servizio ed della complessità organizzativa dello stesso. I responsabili professionali svolgono, in particolare, funzioni di coordinamento e sviluppo professionale degli operatori delle specifiche aree professionali, di promozione della ricerca e compiti di raccordo con la Direzione strategica aziendale. I Servizi delle professioni sanitarie sono organizzati per aree professionali e afferiscono alla Direzione Sanitaria che ne assume la funzione di coordinamento.
Il Comitato di Coordinamento ha la finalità di garantire coordinamento e integrazione tra le diverse professionalità, pianificazione dei fabbisogni professionali, sviluppo di processi e programmi per le rispettive professioni e/o integrati fra le stesse, valutazione della qualità dell’assistenza, implementazione dei modelli organizzativi più efficienti e promozione di iniziative formative per il personale. Uno specifico regolamento, da emanare entro 3 mesi dall’adozione dell’Atto Aziendale ne definisce le modalità organizzative.

torna su

SERVIZIO FORMAZIONE AZIENDALE

Referente: dott. Roberto Pirrò

La formazione e l’aggiornamento continuo del personale costituiscono elementi strategici dell’Azienda.
Il Servizio Formazione, la cui gestione è affidata ad una posizione organizzativa, coordina e unifica a livello metodologico e tecnico le attività di formazione allo scopo di concorrere alla crescita culturale e tecnico-professionale degli operatori. Il Servizio promuove la formazione e l’aggiornamento continuo sia per il personale sia per i soggetti esterni che intendano avvalersi delle elevata professionalità presenti nell’Azienda.
La funzione formativa è mirata, oltre che alle materie di specifico interesse sanitario, all’organizzazione del lavoro per processi, improntati alla garanzia di standard di prodotto.

Il Servizio:

  • predispone il piano aziendale della formazione sulla base dei fabbisogni delle articolazioni aziendali;
  • si raccorda con i direttori di Dipartimento – Programma – Progetto transmurale e con i responsabili professionali per quanto di loro competenza;
  • realizza progetti di formazione al fine di rispondere a specifiche esigenze operative, implementando la cultura orientata alla mission aziendale ed alla valorizzazione delle risorse;
  • cura l’accreditamento ECM delle attività formative;
  • collabora con la SOC Qualità, accreditamento rischio clinico alla programmazione e realizzazione di interventi formativi sulle tematiche del miglioramento continuo della qualità e della gestione del rischio clinico, supportando le strutture operative nella formazione agli strumenti di rilevazione e gestione degli eventi avversi e garantendo uniformità di metodo nelle attività di audit clinico ed organizzativo.
torna su

SOS RELAZIONI, COMUNICAZIONE E FUND RAISING

Responsabile: dott.ssa Olga Passera

La comunicazione è parte integrante e sostanziale dell’azione della Pubblica Amministrazione, nel rispetto della L. 150/2000 e delle Direttive del Dipartimento della Funzione Pubblica del 07.02.2002.
La SOS Relazioni, Comunicazione e Fund Raising cura la comunicazione interna, la comunicazione esterna, incluso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP), il Fund Raising.
Il sistema di comunicazione interna contribuisce a creare nelle risorse professionali dell’Azienda il senso di appartenenza e di attenzione, che si traducono in una maggiore efficienza ed efficacia dell’organizzazione nel suo complesso. La circolazione del flusso di informazione è convogliata in una rete strutturata di canali di divulgazione, in modo che sia facilmente fruibile e riconoscibile, sia per essere consultata che per essere alimentata dalle diverse articolazioni aziendali (in particolare intranet, sito web, newsletter elettronica, e-mail con priorità elevata, progetti multimediali, contenuti audiovisivi).
Per quanto attiene alla comunicazione esterna, il Servizio – attraverso cui devono passare le informazioni in uscita provenienti dalle diverse articolazioni e strutture aziendali, gestisce i rapporti con i mass-media, nella diffusione di informazioni di interesse pubblico, mediante redazione di comunicati stampa e contatti con gli organi di stampa. Risponde alle richieste di notizie o approfondimenti per servizi giornalistici su argomenti sanitari e per attività o fatti che riguardino l’ospedale e l’organizzazione aziendale.

Ha lo scopo di:

  • garantire tempestività e corretta comunicazione;
  • valorizzare le attività assistenziali, formative e di ricerca rese;
  • valorizzare il lavoro dei professionisti e degli operatori;
  • divulgare e rendere chiaro il senso delle scelte strategiche aziendali;
  • realizzare materiale divulgativo.


L’Ufficio Relazioni con il Pubblico ha il compito di favorire e semplificare i rapporti tra i Cittadini e la Pubblica Amministrazione.

Le finalità sono:

  • garantire l’esercizio dei diritti del cittadino all’informazione, all’accesso agli atti e alla partecipazione;
  • agevolare l’utilizzazione dei servizi offerti dall’Azienda ai cittadini, fornendo informazioni precise, semplici e chiare;
  • raccogliere e analizzare segnalazioni, suggerimenti e reclami;
  • assicurare la valutazione della qualità percepita (esterna ed interna) contribuendo ad integrarla nel Sistema di Gestione per la Qualità;
  • contribuire, mediante l’ascolto dei cittadini, alla costante verifica della qualità dei servizi erogati;
  • promuovere la comunicazione istituzionale attraverso lo scambio e la collaborazione tra gli Uffici per le Relazioni con il Pubblico delle altre Amministrazioni.

L’attività di fund raising promuove il fund raising, con riferimento anche alla gestione delle attività di pianificazione e marketing; supporta la SOC Gestione delle prestazioni sanitarie nel processo di elaborazione delle proposte di miglioramento (investimenti, abbandoni, potenziamenti di specialità, ecc.), definisce pacchetti di offerta eventualmente richieste a pagamento da privati e individuazione fasce di prezzi da applicare.

torna su

SOC FARMACIA

Direttore: dott.ssa Marina Tosolini

La SOC Farmacia è finalizzata all’erogazione unitaria dell’assistenza farmaceutica ospedaliera e territoriale. Per la specificità delle materie trattate, l’organizzazione della struttura prevede una strutturazione interna che individui le responsabilità dell’assistenza farmaceutica ospedaliera e di quella territoriale.
La SOC Farmacia:

  • garantisce l’attività relativa alla assistenza farmaceutica, presidi medico-chirurgici e materiale sanitario utile al trattamento dei pazienti;
  • promuove il buon uso dei farmaci e dei dispositivi medici in linea con gli obiettivi di governo clinico ed Health Technology Assessment (HTA) e della gestione del rischio, monitorando e divulgando le informazioni corrette ed obiettive sui profili di efficacia e di sicurezza;
  • cura la progettazione e la predisposizione dei capitolati tecnici dei farmaci;
  • sovraintende, dal punto di vista tecnico, al processo di acquisto dei dispositivi medici curando, ove necessario, la predisposizione dei capitolati tecnici secondo le procedure aziendali;
  • coadiuva i Direttori di Dipartimento e Struttura Complessa e tutto il corpo medico e infermieristico allo scopo di razionalizzare l’utilizzo dei farmaci e dei dispositivi medici secondo correttezza d’impiego, migliorando l’appropriatezza prescrittiva, attraverso la definizione di linee guida, protocolli terapeutici e prontuari terapeutici dei farmaci in collaborazione con tutti gli operatori interessati.

Supporta le Strutture aziendali provvedendo all’espletamento delle attività relative alle seguenti
competenze:

  • analisi tecnica di tutti i prodotti farmaceutici e dispositivi medici per quanto riguarda consumi ed appropriatezza d’utilizzo, monitoraggio dei budget e segnalazione di scostamenti dal programmato;
  • individuazione e monitoraggio di obiettivi specifici per l’ottimizzazione dell’utilizzo dei prodotti farmaceutici e dispositivi medici, in accordo con la Direzione Sanitaria;
  • informazione indipendente su nuovi farmaci/nuovi dispositivi medici;
  • gestione di piani terapeutici;
  • aggiornamento normativo;
  • sorveglianza dei farmaci e dei dispositivi medici in relazione al loro profilo di sicurezza, in collaborazione con gli altri servizi aziendali a ciò preposti;
  • facilitatore per i percorsi delle prescrizioni speciali.


Collabora con i Servizi Farmaceutici delle altre Aziende e dell’Ospedale hub, al fine di assicurare il governo complessivo dell’appropriatezza prescrittiva e della spesa farmaceutica, anche per garantire la continuità dell’assistenza.

torna su

SERVIZI AMMINISTRATIVI, TECNICI E LOGISTICI

Premessa

1. Nel presente documento viene rappresentata l’organizzazione delle funzioni tecnico-amministrative, intese quali funzioni di supporto all’attività istituzionale dell’Azienda.
Tali attività sono prevalentemente svolte da strutture tecnico-amministrative, articolate in due Dipartimenti afferenti alla Direzione Amministrativa individuati come di seguito:


Dipartimento Pianificazione e gestione economico-finanziaria

Garantisce la connessione tra le strutture prevalentemente preposte al perseguimento dell’efficacia, dell’efficienza e dell’economicità delle attività dell’Azienda; è costituito da:

  • SOC Programmazione e controllo di gestione;
  • SOC Gestione Economico-finanziaria e fiscale;
  • SOC Direzione Amministrativa delle funzioni ospedaliere;
  • SOC Coordinamento amministrativo della funzione sociosanitaria;
  • SOSD Gestione Sistema informativo ed informatico.


Dipartimento Tecnico-giuridico

Garantisce la connessione tra le strutture prevalentemente preposte all’acquisizione ed alla gestione dei fattori produttivi (Centri di Risorsa), è costituito da:

  • SOC Gestione Affari generali e legali;
  • SOC Gestione Risorse umane;
  • SOC Gestione Patrimonio mobiliare ed immobiliare;
  • SOS Ingegneria clinica.

Le funzioni afferenti alle strutture tecnico-amministrative corrispondono alle attività i cui contenuti contabili e giuridici sono determinati da valutazioni di natura tecnico-discrezionale che si sostanziano in provvedimenti adottati dal titolare della struttura competente.
Le strutture tecnico-amministrative possono essere articolate in uffici centrali e periferici, pur mantenendo un’unica dipendenza gerarchica e funzionale.

2. Le attività amministrative direttamente connesse al processo di erogazione della prestazione sanitaria sono attribuite alle strutture sanitarie deputate all’erogazione della prestazione ovvero alle strutture di staff. Gli uffici amministrativi che, all’interno di tali strutture, svolgono prevalentemente attività amministrative si raccordano funzionalmente con la Direzione Amministrativa.
Le funzioni amministrative afferenti a strutture sanitarie corrispondono alle attività i cui contenuti contabili e giuridici costituiscono mera applicazione di provvedimenti normativi ovvero di provvedimenti amministrativi adottati da altre strutture. Il contenuto discrezionale degli atti in tal modo assunti attiene prevalentemente a presupposti di carattere sanitario.
Le attività tecnico-amministrative afferenti alle strutture sanitarie possono dipendere funzionalmente da un ufficio di coordinamento, pur mantenendo un’unica dipendenza gerarchica.

3. La descrizione delle responsabilità affidate in seno all’organizzazione rappresentata nel presente documento non ha carattere esaustivo, dovendosi intendere estesa anche a materie analoghe non espressamente indicate.

4. In coerenza con il principio della gestione per processi, anche le funzioni e le competenze di natura tecnico-amministrativa devono in ogni caso intendersi quali fasi del processo di erogazione della prestazione principale e, pertanto, devono essere sviluppate in ottica di fornitore/cliente interno avendo sempre come obiettivo finale – anche nei procedimenti tecnico-amministrativi – i bisogni di salute degli assistiti.
Tutte le funzioni tecnico-amministrative devono inoltre definire la propria organizzazione interna e le proprie procedure operative con approccio lean, eliminando tutto ciò che genera spreco ovvero non genera valore.
Il coordinamento dei processi maggiormente complessi potrà essere affidato ad un gestore del progetto di volta in volta individuato a prescindere dall’afferenza gerarchica.

5. Considerato che obiettivo generale del Servizio Sanitario Regionale è, in ogni caso, la collaborazione tra gli Enti regionali, le funzioni tecnico-amministrative descritte nel presente documento possono essere in tutto o in parte oggetto di appositi accordi per la messa in comune di funzioni ovvero di delega di attività ad altre Aziende del SSR o Enti.

torna su

DIPARTIMENTO PIANIFICAZIONE E GESTIONE ECONOMICO-FINANZIARIA

Direttore: dott. Massimo Romano

torna su

SOC PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE

1. Configurazione
SOC afferente al Dipartimento Pianificazione e gestione economico-finanziaria, che opera funzionalmente in staff all’intera Direzione strategica per gli ambiti di relativa competenza.
Alla struttura afferisce anche un incarico dirigenziale di alta specializzazione di area sanitaria.

2. Funzioni
a) Supporto alla Direzione strategica nella definizione e rendicontazione delle politiche aziendali e delle strategie aziendali coerenti con la pianificazione regionale e con l’evoluzione organizzativa gestionale delle strutture operative; b) Supporto alle articolazioni organizzative nella guida dei processi organizzativi e di miglioramento e nella ridefinizione delle modalità più efficaci per la loro realizzazione, attraverso:

  • la promozione, presso i centri responsabilità, delle proposte di progetto per la realizzazione degli obiettivi /strategie aziendali e per fronteggiare le situazioni di difficoltà registrate nelle diverse articolazioni organizzative;
  • la predisposizione, la gestione e la verifica dell’intero processo di budget e delle performance;
  • la redazione e la presentazione ai Centri di Attività dei rapporti periodici di verifica e relativo supporto per l’interpretazione dei dati.

c) Verifica del congruente impiego delle risorse assegnate rispetto al raggiungimento degli obiettivi prefissati;

d) Supporto alle diverse articolazioni aziendali in materia di statistica sanitaria nell’ambito di progetti/attività di ricerca, organizzazione, qualità e accreditamento.


3. Titolarità di atti che impegnano l’Azienda verso l’esterno - Attestazione dei dati di fuga/attrazione tramite il monitoraggio periodico e consuntivo di flussi informativi riguardanti le prestazioni di ricovero, ambulatoriali e diagnostiche da altre Aziende del Sistema Sanitario regionale e nazionale, e da soggetti privati;

  • Predisposizione degli atti e della documentazione necessaria alle valutazioni di competenza dell’OIV e della Direzione Centrale Salute Integrazione Socio Sanitaria Politiche Sociali e Famiglia (DCSISSPSF);
  • Attestazione degli indicatori complessivi di razionalizzazione della spesa (obiettivi di spending review imposti dalla vigente normativa).


3. Altre responsabilità gestionali e tecnico-amministrative

  • Supporto alla Direzione strategica e predisposizione degli atti attinenti la pianificazione pluriennale e programmazione attuativa locale;
  • Progettazione e gestione del sistema di controllo di gestione, della pianta dei centri di costo e verifica corretta alimentazione della contabilità analitica;
  • Attribuzione annuale e monitoraggio periodico dei budget di risorsa;
  • Supporto alla Direzione strategica nella definizione e negoziazione dei budget di attività;
  • Monitoraggio periodico delle performance, analisi degli scostamenti ed promozione di eventuali azioni di riallineamento dei programmi di attività;
  • Supporto e partecipazione alle attività dell’OIV;
  • Flussi informativi ministeriali (strutture e attività).


Si intende attribuita alla struttura ogni altra competenza, non specificata o di nuova introduzione, riconducibile per analogia alle attività sopradescritte.

torna su

SOC GESTIONE ECONOMICO-FINANZIARIA E FISCALE

Direttore: dott. Massimo Romano

1. Configurazione
SOC afferente al Dipartimento Pianificazione e gestione economico-finanziaria.

2. Funzioni
Garantisce la gestione della contabilità generale, sistema di bilancio e rendicontazione, la gestione delle prestazioni, l’assolvimento degli adempimenti fiscali con tenuta dei registri, il versamento dei tributi periodici e la predisposizione delle dichiarazioni.

3. Titolarità di atti che impegnano l’Azienda verso l’esterno
La struttura assume le funzioni di Centro di Risorsa con riferimento alle seguenti voci o aggregazioni di spesa, assicurandone la regolarità amministrativa:

  • Imposte e tasse (escluso tasse circolazione automezzi);
  • Spese bancarie (tenuta dei rapporti con l’istituto tesoriere).


4. Altre responsabilità gestionali e tecnico-amministrative:

  • Gestione finanziamenti regionali, aziendali, sovra-aziendali e speciali;
  • Bilancio di Previsione e budget patrimoniale secondo le modalità e i tempi previsti dalla DCSISSPSF e previa acquisizione proiezioni da parte dei competenti Centri di Risorsa aziendali;
  • Rendicontazione quadrimestrale e relative proiezioni;
  • Flussi informativi economici ministeriali;
  • Bilancio di esercizio secondo le modalità e i tempi previsti;
  • Registrazione delle fatture passive e dei documenti di spesa;
  • Emissione degli ordini di pagamento entro i termini di legge e previa verifiche relative ai beneficiari secondo i termini di legge;
  • Regolare tenute dei registri obbligatori e fiscali di competenza;
  • Denunce fiscali;
  • Emissione fatture attive;
  • Contabilizzazione e verifica dei crediti;
  • Tenuta dei rapporti con l’Istituto tesoriere.

Si intende attribuita alla struttura ogni altra competenza, non specificata o di nuova introduzione, riconducibile per analogia alle attività sopradescritte.

torna su

SOC GESTIONE SISTEMA INFORMATIVO E INFORMATICO

1. Configurazione
SOSD afferente al Dipartimento Pianificazione e gestione economico-finanziaria, che opera funzionalmente in staff all’intera Direzione strategica per gli ambiti di relativa competenza.

2. Funzioni
Raccoglie e valuta le esigenze tecnologiche, informatiche ed informative che emergono nell’Ente, propone soluzioni coerenti con le istanze di innovazione nei campi amministrativo e sanitario e coordina le attività dei fornitori esterni di soluzioni informatiche;

3. Responsabilità gestionali e tecnico-amministrative - sorveglianza attiva sul corretto utilizzo della dotazione informatica e sulla corretta alimentazione dei sistemi informativi*;

  • funzioni di Direttore dell’Esecuzione Contrattuale (DEC) con riferimento ai contratti di fornitura di apparecchiature e servizi informatici e relativa manutenzione;
  • gestione abilitazioni e configurazioni per il corretto utilizzo degli applicativi gestionali*;
  • coordinamento gestione archivi informatici*;
  • supporto informativo alla Direzione strategica, alla SOC Programmazione e controllo di gestione, alle strutture aziendali ed all’OIV per le attività di programmazione/monitoraggio/valutazione.

Si intende attribuita alla struttura ogni altra competenza, non specificata o di nuova introduzione, riconducibile per analogia alle attività sopradescritte.

* Le attività contrassegnate possono essere, in tutto o in parte, oggetto di convenzione o delega ad altre Aziende del SSR o Enti.

torna su

SOC DIREZIONE AMMINISTRATIVA DELLE FUNZIONI OSPEDALIERE

Direttore: dott. Stefano Bergagna

1. Configurazione
SOC afferente al Dipartimento Pianificazione e gestione economico-finanziaria.
Alla struttura afferisce anche un incarico dirigenziale di alta specializzazione.

2. Funzioni:

  • assicurare la gestione amministrativa delle prestazioni sanitarie istituzionali erogate dall’Azienda (ivi comprese quelle rese in regime ambulatoriale presso le sedi distrettuali), garantendone la semplificazione e la correttezza in termini di legittimità e veridicità, a supporto dell’attività della SOC Gestione delle prestazioni sanitarie;
  • assicurare la gestione amministrativa delle prestazioni sanitarie in regime di libera professione erogate dall’Azienda (ivi comprese quelle rese in regime ambulatoriale presso le sedi distrettuali) nelle varie forme normativamente previste e secondo quanto disciplinato dal regolamento aziendale, a supporto dell’attività della SOC Gestione delle prestazioni sanitarie;
  • assicurare la gestione delle sedi ospedaliere in termini di “security”, decoro, ottimizzazione e adeguatezza dei servizi logistici ed alberghieri.

3. Titolarità di atti che impegnano l’Azienda verso l’esterno

  • Convenzioni con soggetti terzi per l’erogazione di prestazioni sanitarie non istituzionali;
  • Atti di riscossione dei pagamenti dovuti (ticket e/o mobilità) fino alla riscossione coattiva;
  • Provvedimenti autorizzativi e liquidazione prestazioni rese in regime libero professionale;
  •  Irrogazione sanzioni amministrative previste dalla normativa vigente.


4. Altre responsabilità gestionali e tecnico-amministrative:

  • Organizzazione sportelli CUP e vigilanza sulla correttezza dell’attività dei riscuotitori;
  • Pratiche amministrative connesse alle varie fasi del processo di erogazione della prestazione ambulatoriale e ospedaliera (prenotazione, accettazione, ticket, consegna referti ecc. e rapporti con altri Enti);
  • Controllo delle autocertificazioni rese per l’esenzione da ticket e provvedimenti conseguenti;
  • Gestione trattamento dati sanitari con funzioni di Referente aziendale in materia di privacy e coordinamento gestione archivi documentali;
  • Gestione e smaltimento dei rifiuti sulla base di un protocollo operativo che definisce le competenze e responsabilità dei produttori, della Direzione Medica Ospedaliera e di altri soggetti coinvolti nella procedura;
  • Controllo del rispetto del divieto di fumo all’interno delle sedi ospedaliere;
  • Gestione sistemi di videosorveglianza;
  • Funzioni di consegnatario dei beni patrimoniali assegnati alle sedi ospedaliere;
  • Funzioni di Direttore dell’Esecuzione Contrattuale (DEC) con riferimento ai servizi esternalizzati economali e alberghieri (CUP, casse riscuotitrici, vigilanza, pulizie, lavanderia ecc.);
  • Gestione dei servizi economali e alberghieri non esternalizzati (portierato, centralino, gestione allarmi, cucina e mensa, trasporti interni ospedalieri, trasporti esterni aziendali);
  • Gestione dell’ufficio assenze/presenze di Presidio (funzionalmente dipendente dalla SOC Gestione Risorse umane).

Si intende attribuita alla struttura ogni altra competenza, non specificata o di nuova introduzione, riconducibile per analogia alle attività sopradescritte.

torna su

DIPARTIMENTO GESTIONE TECNICO-GIURIDICA

Direttore: dott. Stefano Bergagna

torna su

SOC GESTIONE RISORSE UMANE

Direttore ad interim: dott. Stefano Bergagna

1. Configurazione
SOC afferente al Dipartimento Tecnico-giuridico.
Alla struttura afferisce anche un incarico dirigenziale di alta specializzazione.

2. Funzione
Assicura la gestione del rapporto di lavoro, dall’assunzione fino alla dimissione, in relazione agli aspetti contrattuali relativi alla prestazione lavorativa (reclutamento, sviluppo delle competenze, valutazione, incentivazione, conferimento degli incarichi, ecc.) e supporta la Direzione Generale per le relazioni sindacali.

3. Titolarità di atti che impegnano l’Azienda verso l’esterno
La struttura assume le funzioni di Centro di Risorsa con riferimento alle seguenti voci o aggregazioni di spesa del Bilancio istituzionale, assicurandone la regolarità amministrativa:

  • Personale del ruolo sanitario;
  • Personale del ruolo professionale;
  • Personale del ruolo tecnico;
  • Personale del ruolo amministrativo;
  • Organi direttivi, Collegio sindacale e altri organismi (OIV, etc.);
  • Consulenze, collaborazioni e altre prestazioni di lavoro da soggetti privati;
  • Convenzioni attive e passive con aziende ed enti pubblici per prestazioni di lavoro;
  • Tirocinanti e borsisti;
  • Premi assicurazione personale dipendente.


4. Altre responsabilità gestionali e tecnico-amministrative:

  • Predisposizione e monitoraggio periodico dello stato di attuazione della manovra del personale;
  • Gestione dei flussi informativi ministeriali /regionali, trasparenza e altra attività di reporting prevista dalla vigente normativa;
  • Gestione procedimenti di valutazione;
  • Predisposizione dei regolamenti inerenti i rapporti di lavoro;
  • Supporto al Comitato Unico di Garanzia;
  • Supporto relazioni sindacali istituzionali.


Attività parzialmente svolte dalla struttura:

  • Inserimento variabili economiche e giuridiche del personale appartenente alle Piante Organiche Aggiuntive in esecuzione di quanto disposto dal Coordinamento sociosanitario;
  • Inserimento variabili economiche e giuridiche collegate agli aggiornamenti obbligatori e facoltativi, in esecuzione di quanto disposto dal Servizio Formazione;
  • Inserimento rimborsi attività libero professionale in esecuzione di quanto disposto dalla SOC Direzione amministrativa delle funzioni ospedaliere.


Si intende attribuita alla struttura ogni altra competenza, non specificata o di nuova introduzione, riconducibile per analogia alle attività sopradescritte.

torna su

SOC GESTIONE AFFARI GENERALI E LEGALI

Direttore: dott.ssa Ilaria Venturini

1. Configurazione
SOC afferente al Dipartimento Tecnico-giuridico.


2. Funzioni

  • Assicura la funzione Affari generali intesa come gestione dei rapporti istituzionali con altri enti ed istituzioni, dei servizi assicurativi aziendali e dei sinistri, fornisce supporto agli organi ed organismi aziendali, sovraintende alla gestione del protocollo, dei repertori aziendali e degli archivi documentali;
  • Assicura inoltre la funzione Affari legali intesa come consulenza legale interna e gestione del contenzioso, curando gli adempimenti processuali che sono necessari per la tutela degli interessi dell’Azienda.

3. Funzioni che impegnano l’Azienda verso l’esterno:
La struttura assume le funzioni di Centro di Risorsa con riferimento alle seguenti voci o aggregazioni di spesa, assicurandone la regolarità amministrativa:

  • Consulenze legali;
  • Altre spese legali;
  • Premi di assicurazione;
  • Contravvenzioni e sanzioni amministrative;
  • Spese postali.


4. Altre responsabilità gestionali e tecnico-amministrative:

  • Prevenzione della corruzione;
  • Obblighi in materia di trasparenza;
  • Gestione delle determinazioni dirigenziali e della decretazione della Direzione strategica;
  • Gestione registro regolamenti interni e convenzioni con enti e istituzioni pubbliche;
  • Protocollo dell’Azienda e spedizione corrispondenza;
  • Supporto alle attività del Collegio sindacale;
  • Attivazione e gestione ispezioni e verifiche interne previste per legge o richieste dalla Direzione strategica;
  • Raccordo con EGAS per la gestione assicurativa dei sinistri;
  • Gestione del contenzioso aziendale, giudiziale e stragiudiziale, in ambito civile, penale e amministrativo, in raccordo con Servizio competente in materia di rischio e con la SOC Qualità, Accreditamento e rischio clinico.


Si intende attribuita alla struttura ogni altra competenza, non specificata o di nuova introduzione, riconducibile per analogia alle attività sopradescritte.

torna su

GESTIONE PATRIMONIO MOBILIARE ED IMMOBILIARE

Direttore: arch. Marino Ettorelli


1. Configurazione
SOC afferente al Dipartimento Tecnico-giuridico.

2. Funzioni

  • la struttura assicura la funzione approvvigionamenti ed esecuzioni contrattuali intesa come valutazione dei fabbisogni e gestone dei processi di approvvigionamento dei beni di consumo, dei servizi in appalto, dei presidi sanitari e dei prodotti farmaceutici, nonché la gestione amministrativa dei contratti di appalto, di servizi e fornitura;
  • assicura inoltre la funzione edile impiantistica intesa come gestione degli investimenti immobiliari e mantenimento della funzionalità e della sicurezza del patrimonio immobiliare dell’Azienda, nonché il supporto alla Direzione Generale per il piano investimenti e manutenzioni straordinarie;
  • assicura inoltre la funzione logistica, occupandosi della gestione integrata del ciclo operativo attraverso analisi, scelta delle modalità di approvvigionamento e di distribuzione dei beni.

3. Titolarità di atti che impegnano l’Azienda verso l’esterno
La struttura assume le funzioni di Centro di Risorsa con riferimento alle seguenti voci o aggregazioni di spesa, assicurandone la regolarità amministrativa:

  • Beni sanitari e non sanitari *;
  • Servizi sanitari e non sanitari non specificamente attribuiti ad altri Centri di Risorsa *;
  • Servizi socio-assistenziali *;
  • Utenze e canoni diversi *;
  • Tasse automobilistiche *;
  • Manutenzioni e Riparazioni *;
  • Godimento beni di terzi (comodati, locazioni, noleggi, leasing etc.) *;
  • Abbonamenti e riviste *;
  • Apparecchiature biomedicali e tecnico-economali;
  • Investimenti edili impiantistici;
  • Attrezzature informatiche (apparti attivi) e relativa manutenzione *;
  • Software e relativa manutenzione *.

4. Altre responsabilità gestionali e tecnico-amministrative:

  • Predisposizione, attuazione, aggiornamento e rendicontazione del Piano annuale degli Investimenti;
  • Gestione patrimonio immobiliare;
  • Gestione contratti di locazione attiva e passiva;
  • Gestione inventario e magazzini;
  • Comodati, donazioni, dismissioni, alienazioni e smaltimento/rottamazione;
  • Gestione autoparco;
  • Archivio documenti impianti e documenti catastali;
  • Raccordo con EGAS (ora ARCS)

Si intende attribuita alla struttura ogni altra competenza, non specificata o di nuova introduzione, riconducibile per analogia alle attività sopradescritte.

* Le attività contrassegnate possono essere, in tutto o in parte, oggetto di convenzione o delega ad altre Aziende del SSR o Enti.

torna su

SOS INGEGNERIA CLINICA

Responsabile: ing. Luigi Di Benedetto


1. Configurazione
SOS afferente al Dipartimento Tecnico-giuridico.

2. Funzione
Assicura la funzione di Ingegneria clinica intesa come gestione efficiente e sicura delle attrezzature biomedicali in uso presso l’Azienda e il supporto alla Direzione Generale propedeutico alla definizione del piano investimenti in tecnologie sanitarie.

3. Titolarità di atti che impegnano l’Azienda verso l’esterno
La struttura assume le funzioni di Centro di Risorsa con riferimento alle seguenti voci o aggregazioni di spesa, assicurandone la regolarità amministrativa:

  • manutenzione biomedicali.


4. Altre Responsabilità gestionali e tecnico-amministrative:

  • predisposizione ed attuazione, in collaborazione con la SOC Gestione Patrimonio mobiliare ed immobiliare del piano annuale e triennale degli investimenti biomedicali, sia in termini di acquisto, sia in termini di comodato, noleggio, leasing;
  • gestione parco tecnologico delle attrezzature biomedicali mediante il presidio dell’inventario delle tecnologie sanitarie e l’effettuazione di adeguata attività di manutenzione preventiva e di tempestivi interventi di manutenzione correttiva;
  • presidio del corretto utilizzo del parco tecnologico e delle attrezzature biomedicali mediante la verifica dell’avvenuta formazione all’uso e supportando ulteriori fabbisogni formativi;
  • Responsabile del Procedimento e Direttore dell’Esecuzione Contrattuale (DEC) per contratti di acquisizione a qualsiasi titolo di apparecchiature biomedicali e loro manutenzione;
  • Collaborazione con la SOSD Gestione del Sistema informativo ed informatico per i temi dell’informatica medica.


Si intende attribuita alla struttura ogni altra competenza, non specificata o di nuova introduzione, riconducibile per analogia alle attività sopradescritte.

torna su

FUNZIONI AMMINISTRATIVE AFFERENTI A STRUTTURE SANITARIE

  1. Funzione di Centro di Risorsa per la voci “Formazione esterna e docenti”: Servizio Formazione;
  2. Funzioni di Centro di Risorsa per la voce “Farmaceutica Convenzionata”: SOC Farmacia;
  3. Funzione di Centro di Risorsa per “Assistenza protesica”: Distretti;
  4. Funzione di Centro di Risorsa per “Personale Convenzionato”: Distretti;
  5. Funzione di Centro di Risorsa per “Strutture Convenzionate”: Distretti;
  6. Direttore Esecuzione Contrattuale per beni di consumo sanitari: SOC Farmacia;
  7. Attività amministrative connesse all’erogazione delle prestazioni territoriali: Distretti;
  8. Attività amministrative connesse all’erogazione delle prestazioni di salute mentale: DSM;
  9. Attività amministrative connesse all’erogazione delle prestazioni di prevenzione: Dipartimento di Prevenzione;
  10. Funzione di consegnatario del patrimonio: tutte le strutture territoriali.
torna su

Organigramma

Rappresentazione grafica dell'organigramma aziendale

Riferimento normativo Art. 13, c.1, lett. b) e c), d.lgs. n. 33/2013

torna su
ultima modifica: 17 dicembre 2019 Commenti / Suggerimenti