Trasmissione documenti

  •    sommario   

Trasmissione di documenti digitali

Per la realizzazione degli obiettivi di cui all’art.12  del Decreto Legislativo 7 marzo 2005, n.82 “Codice dell’amministrazione digitale”, l’Azienda per l’Assistenza Sanitaria n.3”Alto Friuli, Collinare, Medio Friuli”  individua quale forma di comunicazione ordinaria la Posta Elettronica Certifica (PEC).

Secondo tale modalità, le comunicazioni di rilevanza giuridica da parte di soggetti privati , imprese e professionisti dovranno pervenire all’Azienda in formato digitale, tramite posta elettronica al seguente indirizzo aas3.protgen@certsanita.fvg.it.

Si precisa che le comunicazioni trasmesse da casella PEC sono valide in ogni caso mentre le comunicazioni trasmesse da un casella di posta elettronica ordinaria sono valide se corredate da documento di identità del soggetto mittente, in corso di validità.

 La comunicazione verrà registrata al protocollo generale dell’Azienda e trasmessa in formato digitale alla struttura di destinazione di norma entro la giornata di ricezione.

torna su

Trasmissione di documenti cartacei

I soggetti privati che non dispongono di posta elettronica potranno trasmettere documenti cartacei indirizzandoli ovvero consegnandoli, esclusivamente a

"Azienda per l'Assistenza Sanitaria n.3"Alto Friuli, Collinare, Medio Friuli"

Piazzetta Portuzza, 2

33013 Gemona del Friuli

torna su

Trasmissione dei documenti alle/dalle pubbliche amministrazioni

Ai sensi dell'art.47 del Decreto Legislativo 7 marzo 2005, n.82 "Codice dell'amministrazione digitale", come modificato dal Decreto Legge 21 giugno 2013, n.69 convertito dalla Legge 9 agosto 2013, n.98, le comunicazioni da parte delle pubbliche amministrazioni devono pervenire all'Azienda tramite posta elettronica certificata ovvero interoperabilità al seguente indirizzo aas3.protgen@certsanita.fvg.it.

La comunicazione verrà registrata al protocollo generale dell'Azienda e trasmessa alla struttura di destinazione di norma entro la giornata di ricezione.

Per effetto della citata normativa è in ogni caso esclusa la trasmissione/ricezione di documenti a mezzo fax.

Eventuali  documenti che, per ragioni di urgenza e disponibilità continua nell'arco delle 24 ore collegate a procedimenti giudiziari, debbano comunque pervenire ai punti di Pronto Soccorso dell'Azienda tramite fax o consegna a mano,  verranno acquisiti al sistema di protocollo tramite scannerizzazione effettuata ed allegata al documento di riscontro fornito alle Autorità richiedenti protocollato in uscita.

torna su
ultima modifica: 10 aprile 2019 Commenti / Suggerimenti